Lavori

Temi dell'attività parlamentare (i 10 più recenti)

Difesa e Forze armate

Disposizioni urgenti per rafforzare i dispositivi di sicurezza connessi allo svolgimento del vertice dei Paesi del G7

Nel corso della seduta del 4 maggio 2017 la Commissione difesa della Camera ha iniziato l'esame del decreto legge n. 54 del 29 aprile 2017, recante disposizioni urgenti volte ad incrementare i "dispositivi di sicurezza interna de Pase" in vista del vertice dei capi di Stato e di Governo dei Paesi del G7, che avrà luogo a Taormina il 26 e 27 maggio 2017. Il provvedimento integra di 2.900 unità il contingente di personale militare delle forze armate facente parte del piano di impiego operativo di cui al comma 377 dell'articolo 1 della legge n. 232 del 2017 (legge di bilancio 2017). Tale incremento è limitato al periodo 1°- 28 maggio 2017.
Vai al tema sul sito camera.it

Conferimento della medaglia d'oro alla Brigata ebraica

Nel corso della seduta del 10 maggio 2017 la Commissione difesa della Camera ha approvato in sede legislativa la proposta di legge C. 3187, concernente il Conferimento della medaglia d'oro al valore militare per la Resistenza alla Brigata ebraica. Il provvedimento è stato quindi trasmesso al Senato (A.S. 2832).
Vai al tema sul sito camera.it

Esportazione, importazione e transito materiali di armamento

L'esportazione, l'importazione e il transito dei materiali di armamento nonchè la cessione delle relative licenze di produzione, è soggetta ad autorizzazione e controllo da parte dello Stato. A tal fine la legge n. 185 del 1990 reca i principi generali che disciplinano la materia in esame stabilendo alcuni divieti ad esportare ed importare i materiali d'armamento, nonché i requisiti indispensabili per poter operare nel settore. Inoltre, essa fissa dettagliatamente le modalità e le fasi dei procedimenti autorizzativi, nonché le misure sanzionatorie da applicare in caso di violazione delle norme. L'articolo 5 della legge n. 185 del 1990 prevede, poi, specifici obblighi di informazione al Parlamento in merito alle operazioni annualmente autorizzate e svolte. Da ultimo, lo scorso 20 aprile, il Governo ha trasmesso alle Camere la relazione sulle operazioni autorizzate e svolte per il controllo dell'esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento, relativa al 2016 (Doc. LXVII, n. 5 ). L'esame del documento è iniziato presso la commissione difesa della Camera nel corso della seduta del 23 maggio.  
Vai al tema sul sito camera.it

Deliberazione del Consiglio dei ministri - Missioni internazionali (14 gennaio 2017)

Lo scorso 16 gennaio il Governo ha trasmesso alle Camere la deliberazione del Consiglio dei ministri del 14 gennaio 2017, concernente la partecipazione dell'Italia alle missioni internazionali ed alle iniziative di cooperazione allo sviluppo per il sostegno dei processi di pace e di stabilizzazione. Si tratta, quindi, della prima deliberazione in materia di autorizzazione e proroga delle missioni internazionali adottata dal Governo assunta ai sensi dell'articolo 2, comma 1 della legge n. 145 del 2017. Alla delibera sono allegate 49 schede tecniche che costituiscono parte integrante del provvedimento trasmesso alle Camere e le proroghe si riferiscono al periodo che va dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017. Il 7 febbraio le Commissioni Difesa ed Esteri hanno iniziato l'esame della deliberazione. Lo stesso giorno si sono svolte le audizioni dei ministri Angelino Alfano e Roberta Pinotti. La Relazione per l'Assemblea è stata approvata dalle Commissioni il 16 febbraio 2017. Con le risoluzioni 6/00290  e 6/00292 di identico contenuto dell'8 marzo 2017 la Camera ha approvato le autorizzazioni e le proroghe delle missioni internazionali deliberate dal Consiglio dei ministri il 14 gennaio 2017, confermando sia gli importi che il numero di personale impegnato.
Vai al tema sul sito camera.it

La nuova disciplina in materia di partecipazione alle missioni internazionali

La legge n. 145 del 2016, pubblicata nella Gazzetta ufficiale del 1° agosto 2016, reca una normativa di carattere generale riguardante le missioni internazionali con particolare riferimento ai profili concernenti il trattamento economico e normativo del personale impegnato in tali missioni e i ai molteplici e peculiari profili amministrativi che caratterizzano le missioni stesse. Ulteriori disposizioni riguardano, poi, le procedure interne in forza delle quali è possibile pervenire all'adozione della decisione riguardante il coinvolgimento delle truppe italiane nell'ambito delle missioni militari oltreconfine. La legge è entrata in vigore il 31 dicembre 2016, fatta eccezione per l'articolo 20 (disposizioni transitorie relative al Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica), che è entrato in vigore il giorno successivo a quello della predetta pubblicazione.
Vai al tema sul sito camera.it

Il rilievo internazionale della difesa

Dal secondo dopoguerra l'Italia ha partecipato, in ottemperanza agli impegni internazionali assunti in sede internazionale e comunitaria o nell'ambito di iniziative bilaterali, a numerose missioni militari fuori dai confini nazionali. Il trattamento economico e normativo del personale impegnato in tali missioni ed i molteplici e peculiari profili amministrativi che ne caratterizzano lo svolgimento sono stati di volta in volta regolati nell'ambito dei provvedimenti legislativi che finanziano le missioni stesse. Da ultimo, con il decreto legge n.67 del 2016, convertito con modificazioni dalla legge n. 131 del 2016, che ha disposto la proroga delle missioni internazionali dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016.
Vai al tema sul sito camera.it

Istituzione della giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo

La Commissione difesa della Camera ha approvato in sede legislativa il nuovo testo della proposta di legge C. 1623 Burtone, recante l' Istituzione della giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo. Il provvedimento passa quindi all'esame del Senato.
Vai al tema sul sito camera.it

Istituzione di una Commissione monocamerale di inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato in missioni militari

Martedì 30 giugno 2015 l'Aula della Camera ha approvato, all'unanimità, in via definitiva, il testo unificato delle proposte di istituzione di una commissione monocamerale d'inchiesta che dovrà indagare, in particolare, sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale italiano impiegato in missioni militari all'estero, nei poligoni di tiro e nei siti di deposito di munizioni, in relazione all'esposizione a particolari fattori chimici, tossici e radiologici dal possibile effetto patogeno e da somministrazione di vaccini, con particolare attenzione agli effetti dell'utilizzo di proiettili all'uranio impoverito e della dispersione nell'ambiente di nanoparticelle di minerali pesanti prodotte dalle esplosioni di materiale bellico. La Commissione si è costituita nel corso della seduta dello scorso 17 dicembre 2015. Nel maggio del 2016 ha approvato una relazione intermedia sulla sicurezza, sul lavoro e sulla tutela previdenziale nelle forze armate.
Vai al tema sul sito camera.it

Il documento programmatico pluriennale per la difesa

Il Documento programmatico pluriennale della difesa si inserisce nel quadro complessivo delle relazioni che in base alla normativa vigente il Ministero della Difesa è tenuto a trasmettere al Parlamento sulle materie di propria competenza. Previsto normativamente dalla legge n. 244 del 2012 sulla revisione dello strumento militare, il Documento  definisce l quadro generale delle esigenze operative delle Forze armate, comprensive degli indirizzi strategici e delle linee di sviluppo capacitive, l'elenco dei programmi d'armamento e di ricerca in corso ed il relativo piano di programmazione finanziaria, indicante le risorse assegnate a ciascuno dei programmi per un periodo non inferiore a tre anni, compresi i programmi di ricerca o di sviluppo finanziati nello stato di previsione del Ministero dello sviluppo economico. Nell'elenco sono altresì indicate le condizioni contrattuali, con particolare riguardo alle eventuali clausole penali, le spese relative alla funzione difesa, comprensive delle risorse assegnate da altri Ministeri. Da ultimo la commissione difesa ha svolto la relazione illustrativa del del Documento Programmatico pluriennale per la difesa  per il trienno 2016-2018.
Vai al tema sul sito camera.it

Il Controllo parlamentare sull'acquisizione di armamenti

I programmi relativi al rinnovamento e all'ammodernamento dei sistemi d'arma sono approvati con decreto del Ministro della difesa quando si tratta di programmi finanziati con gli ordinari stanziamenti di bilancio. In tal caso, prima dell'emanazione del decreto ministeriale, deve essere acquisito il parere delle competenti Commissioni parlamentari. Il tema del controllo parlamentare sui sistemi d'arma ha costituito oggetto di analisi da parte della Commisione difesa della Camera nel corso dello svolimento dell' indagine conoscitiva sui sistemi d'arma destinati alla difesa in vista del Consiglio europeo di dicembre, conclusasi lo scorso 7 maggio 2014 con l'approvazione di un documento conclusivo.
Vai al tema sul sito camera.it

Informativa Cookie