Lavori

Temi dell'attività parlamentare (i 10 più recenti)

Istituzioni e diritti fondamentali

Cittadinanza

Nel mese di ottobre 2015, al termine di un'ampia istruttoria legislativa, la Camera dei deputati ha approvato un testo unificato di proposte di legge in materia di cittadinanza. Il testo prevede l'estensione dei casi di acquisizione della cittadinanza per nascita (ius soli) e l'introduzione di una nuova forma di acquisto della cittadinanza a seguito di un percorso scolastico (ius culturae). Il provvedimento è attualmente all'esame del Senato.
Vai al tema sul sito camera.it

La nuova disciplina della trasparenza delle pubbliche amministrazioni

E' stato emanato il decreto legislativo 25 maggio 2016, n. 97 recante disposizioni per la revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione e di pubblicità e trasparenza delle pubbliche amministrazioni, in attuazione della delega contenuta nell'articolo 7, comma 1, della legge 124/2015 di riforma della pubblica amministrazione. Il provvedimento modifica, tra l'altro, il codice della trasparenza delle pubbliche amministrazioni (D.Lgs. 33/2013), adottato all'inizio della legislatura in attuazione della legge anticorruzione, con il quale sono state riordinate le disposizioni in materia di obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. Il provvedimento introduce alcune novità (come il diritto di accesso civico libero, alla stregua del Freedom of Information Act), ed è finalizzato alla soluzione delle criticità emerse nella prima applicazione del codice.
Vai al tema sul sito camera.it

Immigrazione

Nel corso della legislatura sono state numerse e diversificate le misure normative e di indirizzo adottate dal Parlamento e dal Governo per far fronte all'elevato numero di migranti in arrivo nel territorio nazionale e per la gestione di una politica coordinata, anche a livello locale, per l'accoglienza e l'integrazione dei richiedenti protezione internazionale. Da ultimo, il Parlamento ha approvato in via definitiva il disegno di legge di conversione del decreto-legge n 13 del 2017 in materia di protezione internazionale e di contrasto all'immigrazione clandestina. Da ultimo, a seguito dell'incremento esponenziale degli sbarchi nella penisola italiana verificatosi alla fine del mese di giugno 2017 l'Italia ha promosso ulteriori misure per la gestione del fenomeno, in primo luogo in sede UE, illustrate al Parlamento dal Ministro dell'interno nel corso dell'informativa urgente del 5 luglio 2017. Nel Consiglio di ministri dell'interno dell'UE di Varsavia del 13 luglio 2017 si è, in particolare, convenuto di rivedere l'operazione Triton istituendo un gruppo di lavoro per identificare ed elaborare gli aspetti da rivedere nell'operazione.
Vai al tema sul sito camera.it

Polizia di Stato

Nel corso della legislatura il Parlamento ha approvato una serie di interventi in materia di personale e risorse delle Forze di polizia, nell'ambito delle manovre finanziarie e in altri provvedimenti d'urgenza, con una particolare attenzione alle attività di prevenzione e di contrasto della criminalità e del terrorismo internazionale. Da ultimo, nell'ambito dei provvedimenti di riforma della pubblica amministrazione, è stato adottato il Decreto legislativo n. 95 del 29 maggio 2017 che ha disposto una riforma complessiva per il riordino della disciplina dei ruoli delle Forze di polizia.
Vai al tema sul sito camera.it

Vigili del Fuoco

Nel corso della legislatura il Parlamento ha approvato diverse misure riguardanti il Corpo nazionale dei vigili del Fuoco, con particolare riguardo al personale e alle risorse per gli interventi del Corpo. Tra queste, nell'ambito della legge n. 124 del 2015, di riorganizzazione della pubblica amministrazione, il decreto legislativo 97/2017 che riforma l'ordinamento e della disciplina del Corpo. Inoltre, la I Commissione della Camera ha approvato una risoluzione recante alcune misure di favore nei contronti del personale volontario.
Vai al tema sul sito camera.it

Asilo

Il diritto di asilo è tra i diritti fondamentali dell'uomo ed è riconosciuto dall'articolo 10, terzo comma, della Costituzione allo straniero al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, secondo le condizioni stabilite dalla legge. L'evoluzione normativa in sede UE ha portato, al contempo, all'introduzione nell'ordinamento dell'istituto della protezione internazionale che comprende i rifugiati, disciplinati dalla Convenzione di Ginevra, e le persone ammissibili alla protezione sussidiaria, di cui possono beneficiare i cittadini stranieri privi dei requisiti per il riconoscimento dello status di rifugiato, ossia non sono in grado di dimostrare di essere oggetto di specifici atti di persecuzione, ma che, tuttavia, se ritornassero nel Paese di origine, correrebbero il rischio effettivo di subire un grave danno e che non possono o (proprio a cagione di tale rischio) non vogliono avvalersi della protezione del Paese di origine. Una ulteriore fattispecie è la protezione temporanea che può essere concessa in caso di afflusso massiccio ed ingente. Lo status di rifugiato e le forme di protezione sussidiaria sono riconosciute all'esito dell'istruttoria svolta dalla Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale. Come previsto a livello UE dal c.d. Regolamento Dublino II lo straniero può richiedere la protezione internazionale nello Stato di primo ingresso che, pertanto, diviene competente ad esaminare la domanda. Per fare fronte alle emergenze connesse al flusso straordinario di migranti nel Paese, nel corso della legislatura sono stati adottati numerosi interventi volti, da una parte, a ridefinire il quadro normativo anche in attuazione della normativa UE (il decreto legislativo n. 142/2015 e il decreto-legge 13/2017 sono, in particolare, intervenuti sulla disciplina del sistema di accoglienza dei migranti e sulle procedure in materia di concessione della protezione internazionale) e, dall'altra parte, ad aumentare le risorse destinate ai servizi di asilo e alla accoglienza degli immigrati (con la adozione di diversi provvedimenti, anche a carattere di urgenza, tra cui, il decreto-legge 193 del 2016 che ha stanziato nel complesso 700 milioni per il 2016 e il rifinanziamento costante delle ultime leggi di bilancio del Fondo nazionale per le politiche ed i servizi dell'asilo). In tale quadro, particolare attenzione è stata posta dal Parlamento alle misure per l'accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, con l'approvazione della legge n. 47 del 2017.
Vai al tema sul sito camera.it

Il sistema di elezione del Parlamento nazionale

La I Commissione Affari costituzionali ha esaminato, a partire dal 9 febbraio 2017, le proposte di legge presentate da diversi gruppi per la riforma del sistema di elezione della Camera e del Senato. Al termine dell'esame in sede referente la I Commissione ha approvato un testo (A.C. 2352 e abb. - A) su cui ha avuto luogo la discussione generale in Assemblea nella giornata di martedì 6  giugno 2017. Ha quindi avuto inizio l'esame delle proposte emendative presentate: nella seduta dell'8 giugno 2017, dopo l'approvazione, con votazione segreta, degli identici emendamenti 1.512 Fraccaro e 1.535 Biancofiore, volti a superare la disciplina speciale per il Trentino Alto-Adige, prevista nel testo approvato dalla Commissione, è stato richiesto il rinvio in Commissione del provvedimento su cui l'Assemblea ha deliberato favorevolmente. lI testo approvato dalla I Commissione definiva un sistema elettorale proporzionale con il territorio nazionale articolato, per quanto riguarda la Camera, in 28 circoscrizioni e in 225 collegi uninominali e, per quanto riguarda il Senato, nelle 20 regioni e in 112 collegi uninominali: collegi allegati al D.P.R. 361/1957 e al D.Lgs. 533/1993 in corrispondenza – per la Camera - ai collegi definiti dalla legge Mattarella per il Senato (D.Lgs. 535 del 1993) e – per il Senato – all'accorpamento dei collegi della Camera, come rideterminati in base al testo.
Vai al tema sul sito camera.it

Modifiche ai vitalizi e al trattamento economico dei parlamentari

E' all'ordine del giorno dell'Assembla della Camera la proposta di legge A.C. 3225, volta a disciplinare la materia dei vitalizi e del trattamento pensionistico dei parlamentari e dei consiglieri regionali
Vai al tema sul sito camera.it

Modifica alla disciplina delle elezioni comunali

E' in corso di esame presso la I Commissione della Camera una proposta di legge che interviene sul sistema elettorale per le elezioni comunali.
Vai al tema sul sito camera.it

D.L. 14/2017: sicurezza urbana

Il Senato ha approvato in via definitiva il decreto-legge 20 febbraio 2017, n. 14, nel testo già approvato con modificazioni dalla Camera, che introduce disposizioni urgenti a tutela della sicurezza delle città.
Vai al tema sul sito camera.it

Informativa Cookie